Dinamiche e persistenze nel mercato del lavoro italiano ed effetti di politiche (basi di dati, misura, analisi)

 

Cofinanziamento MIUR 2001

[Home] [English version] [Versione stampabile]

I Progetti | 1997 | 1999 | 2001 | 2003 | 2005 


 

Sintesi del Programma di Ricerca

Il taglio distintivo del programma sta nella connessione fra tre aspetti:

  1. l'interesse alla documentazione e all'analisi della dinamica della partecipazione al lavoro e dell'occupazione in Italia, indagata alla scala micro o comunque dei flussi, e alla conduzione, su questo sfondo, di esercizi di valutazione di selezionate politiche del lavoro;
  2. l'attenzione a questioni di misura, intese in senso largo;
  3. l'impiego e lo sviluppo di basi di microdati, da 'surveys' e da fonti amministrative.

Il programma si articola in quattro aree tematiche, largamente complementari e, in alcuni casi, marcatamente connesse:

  1. misure dell'"attachment" al mercato del lavoro e della mobilitÓ;
  2. dinamica delle forme del lavoro e delle retribuzioni;
  3. relazioni dinamiche fra condizioni di vita e partecipazione al lavoro;
  4. valutazione di selezionate politiche del lavoro. Il programma ha come fuoco il mercato del lavoro italiano, ma in alcuni casi prevede anche analisi comparate con paesi dell'Unione Europea.

Il programma poggia sulla disponibilitÓ e sullo sviluppo di convenienti basi di microdati, fra le quali spiccano:

  1. il panel longitudinale INPS 1985-1996 approntato dall'UnitÓ di Ricerca (U.R.) di Torino, del quale si prevede l'estensione della copertura e l'aggiornamento temporale;
  2. l'archivio integrato di fonte INPS per le province di Treviso e Vicenza, anni 1974-97, esaustivo per lavoratori dipendenti e imprese, del quale si prevede l'estensione ai lavoratori autonomi;
  3. l'archivio integrato Netlabor (relativo alle operazioni amministrative di avviamento al lavoro svolte dal Ministero del Lavoro, e recentemente trasferite alle Regioni) per il Veneto, anni 1995-2000;
  4. varie basi di microdati, sezionali e panel, dalla rilevazione trimestrale delle forze di lavoro (RTFL);
  5. basi di dati, sezionali e panel, dell'indagine sui bilanci delle famiglie italiane della Banca d'Italia (BI), 1989-95;
  6. database dell'European Community Household Panel (ECHP);
  7. base di microdati abbinati RTFL-INPS relativa ad alcune province, 1997.I-1998.II, in corso di approntamento;
  8. per le politiche del lavoro che saranno oggetto di valutazione, basi di dati "ad hoc" sui soggetti trattati.

Nello svolgimento del programma, uno specifico impegno sarÓ dedicato allo sviluppo di alcune di queste basi di dati e ad esperienze-pilota di loro integrazione. Inoltre, ci si propone di dare notevole attenzione a questioni di misura latamente intese, comprensive di problemi di misura delle variabili in relazione alla fonte dell'informazione e di questioni di specificazione e stima di modelli appropriati (che, se del caso, modellino congiuntamente il processo di interesse e quello di osservazione).

In termini generali, i risultati attesi del programma sono due:

  1. una migliore documentazione e comprensione delle dinamiche che contraddistinguono il mercato del lavoro italiano, quali emergono da analisi svolte alla scala micro e dei flussi, e dell'impatto che in questo quadro hanno selezionate politiche del lavoro;
  2. affinamenti negli strumenti di osservazione e nei metodi di analisi e di modellazione della dinamica della partecipazione al lavoro e delle forme di lavoro.

 

Parole chiave

  • CARRIERE LAVORATIVE
  • CONDIZIONI DI VITA
  • DATI LONGITUDINALI
  • ERRORI DI MISURA
  • FLUSSI
  • LAVORO
  • MOBILIT└
  • MODELLI DINAMICI
  • VALUTAZIONE DI POLITICHE

 

Info: anna.giraldo@unipd.it